“Respiro attimi”


di Tiziana Mignosa

Ogni tanto mi piace rovistare

in quei luoghi dove l’adesso non mi concede di tornare

e mi lascio allora trascinare

in quel vortice accaldato

che mi fa ancora emozionare.

Sulla scena respirata a menadito

l’allora assaporo sul presente

sul tuo sguardo che mi veste come guanto sulla pelle

sulle labbra tue introverse

bianco e nero sulla chiacchiera degli occhi.

Accattivante è lo splendido sorriso

che legna secca aggiunge

sulle fiamme della voglia

non bisbiglia tenerezze al chiar di luna

ma notti estreme deste e grida di passione.

M’incendio dentro al rogo del tuo sguardo

tra polpastrelli e labbra di piacere oscillo

tra il ruvido che le mani col pensiero afferrano

e l’umido tepore della tua bocca

nettare prelibato per il gusto.

Annunci

“E Berta filava”


di Rino Gaetano

e berta filava.
e filava la lana
la lana e l’amianto
del vestito del santo.
che andava sul rogo
e mentre bruciava
urlava e piangeva
e la gente diceva
an vedi che santo.
vestito d’amianto
e berta filava.
e filava con mario
e filava con gino
e nasceva un bambino
che non era di mario
e non era di gino
e berta filava.
filava diritto
e filava e filava
e filava la lana
e filava e filava
e berta filava
e berta filava
e filava la lana
e filava l’amianto
del vestito del santo
che andava sul rogo …
e mentre bruciava
strillava e piangeva
e la gente diceva
an vedi che santo
vestito d’amianto
e berta filava
e filava con mario
e filava con gino
e nasceva un bambino
che urlava e piangeva
e la gente diceva
an vedi che santo.

http://www.youtube.com/watch?v=aycwxHB5d6I