Prato: Cambia il nome di sala consiliare, da Don Milani a don Sturzo


don_milani Don Lorenzo Milani 

e già in vita avevano, soprattutto politicamente, idee anche molto diverse. Ora, dopo la morte, si ritrovano loro malgrado ad essere nuovamente contrapposti, questa volta in merito al nome di una .

Siamo a e, come riporta l’Ansa, la nuova maggioranza di centrodestra della circoscrizione est ha deciso di cambiare il nome della sala dove si tengono le riunioni della giunta da sala a sala . Apparentemente una diatriba sul nome di una . Leggendola più nel profondo sembra invece una guerra post mortem tra due preti molto diversi tra loro o piuttosto il tentativo di una maggioranza di centrodestra di far valere le idee politiche di un “don” rispetto a quelle dell’altro.

don_sturzo Don Luigi Sturzo Perchè se si va a vedere, in quella che da sempre è considerata una regione “rossa” come la , una maggioranza di centrodestra decide di togliere l’intitolazione di una al discusso prete di Barbiana, simbolo della del’68. E decide di intitolarla al prete fondatore del Partito polare (il padre, quindi, della ).

 La decisione è arrivata dopo una seduta del consiglio molto turbolenta e grazie alla proposta di due consiglieri dell’Udc e Andrea Antonio Bonacchi del Pdl.

 Insomma, anche a distanza di anni, don Lorenzo Milani continua, a pochi chilometri dalla parrocchia di san Donato a Calenzano dove scrisse “Esperienze pastorali”, a far discutere. L’unica differenza è che, anziché a Barbiana, dove la Chiesa lo mandò per “punizione”, stavolta è stato mandato in biblioteca. Il prete della rivolta studentesca, infatti, dovrà accontentarsi di avere intitolata la biblioteca circoscrizionale.

da www.blitzquotidiano.it

Annunci