La Sicilia boccia il nucleare


La dice no al : il Parlamento regionale ha approvato all’unanimità un provvedimento, presentato da alcuni deputati del , che impegna il governo di a non installare centrali nell’isola.

A sorpresa, dopo alcuni interventi in aula dei deputati, si è espresso a favore anche Lombardo, che finora aveva sostenuto la linea del referendum popolare sull’eventuale decisione del governo di Roma di costruire un sito in .

«Vedo che c’è un’ampia convergenza sul tema del – ha detto il governatore – Ci batteremo perchè in non si parli nemmeno lontanamente di ».

«Ho avuto modo di parlare con il ministro Scajola – ha aggiunto il governatore – Mi ha detto che prossimamente avrebbe incontrato le Regioni perchè potessimo avere elementi di certezza su questi argomenti».

Lombardo ha smentito le voci su Palma di Montechiaro (Ag) come luogo individuato per la creazione di una centrale . «Nessuna localizzazione, salvo che non siano segrete, è stata formalmente individuata» ha proseguito aggiungendo tuttavia che «i rischi non si riducono enormemente se questa centrale anzichè a Palma di Montechiaro viene collocata a Sibari, a Taranto o a Napoli».

«Non si riducono assolutamente – ha concluso – senza considerare che lo Stato autonomo di Malta, che dista una novantina di chilometri dalle coste sud della , potrebbe anch’esso dotarsi di una centrale ».

La si allinea con le altre tredici regioni italiane che hanno già detto no al .

da www.blitzquotidiano.it