Cinema: ”La bella societa” di Bova e Cucinotta e’ una Sicilia senza mafia


”Ho tante storie nel cassetto e probabilmente non le faro’ mai, pensavo, quindi le metto tutte insieme e faccio un unico film”. Cosi’ il regista Gian Paolo Cugno presenta ‘La bella societa”, nelle nostre sale dal 21 maggio distribuito da Medusa: ”Il titolo si riferisce alla societa’ che i nostri nonni hanno sognato per noi e che i nostri genitori non sono riusciti a realizzare”

Dopo il pluripremiato ‘Salvatore’, film sull’infanzia girato a Pachino, sua citta’ natale, Cugno porta sullo schermo un affresco storico e corale di fine Novecento, partendo dalla Sicilia arcaica dei primi anni ’60: ”Sono cresciuto guardando le tragedie al teatro greco di Siracusa. La bella societa’ e’ una tragedia greca. E’ il mio secondo film, sto imparando, scopiazzo di qua e di la’, ma e’ difficile anche scopiazzare. Sono ancora alla ricerca del mio stile”. Ma Enrico Lo Verso ribatte: ”Non e’ vero che lui scopiazza, ha una cultura pazzesca”. E’ un cast corale quello che mette in scena le vicende di vari protagonisti, dai ’60 agli ’80, tra la Sicilia e Torino: ”E’ stato difficile mettere insieme tutte queste storie, per questo ho scelto il filo conduttore dei due fratelli, interpretati da David Coco e Marco Bocci, ma in realta’ sono tutti protagonisti. In piu’ ho messo le datazioni perche’ temevo che il pubblico non potesse capire i passaggi temporali”, prosegue Cugno.

fonte Adnkronos

A L’Aquila il set di ‘Stalking’, l’autrice: “Il popolo abruzzese vuole ricominciare dall’arte”


Si gira a L’Aquila nei giorni dell’anniversario del drammatico terremoto il cortometraggio ‘Stalking’, scritto da Stefania Rossella Grassi, in concorso al Festival di Cannes. Nel cast la stella dell’Opera Eleonora Abbagnato, Alessandro Pess e Cristian Stelluti. Le riprese sono a cura dell’Accademia dell’Immagine de L’Aquila, terza cineteca italiana come patrimonio cinematografico in dotazione, destinata ad ospitare una scuola d’eccellenza sui mestieri del cinema. “Ritengo che portare sulla Croisette la grande dignità di una terra colpita e ferita come l’Abruzzo – ha detto Stefania Grassi a Ign, testata online dell’Adnkronos – sia non solo doveroso, ma anche utile per far conoscere un popolo che è riuscito a reagire. Il bello è vedere come voglia ricominciare dall’arte. Il cinema crea sogni e offre speranze. Il film ha un messaggio speciale come il problema dello stalking che, anche se è stata varata una legge, mostra ancora oggi forti carenze. Ancora oggi una donna non riesce a tutelarsi dalle persecuzioni, dalla violenza che può essere all’interno delle mura domestiche e fuori”. ‘Stalking’ racconta la persecuzione nei confronti di una donna famosa, resa complessa dalla misteriosa doppiezza del suo carnefice, la cui vera natura si scoprirà solo nel finale. “Sarà un corto – conclude la Grassi – perché poi il lungometraggio sarà all’attenzione di Matteo Garrone”.

 Stefania Rossella Grassi, destinata a diventare la sceneggiatrice più amata di Hollywood, ha già firmato ‘Take Care of Me’ (‘Tieni a me’), un grande film di mafia, paragonato a ‘Il Padrino’ di Coppola dall’Academy Awards che sarà presentato a Cannes nell’ambito dello Short Film Corner. E sempre su la Croisette, riceverà un prestigioso riconoscimento. Il film è coprodotto e interpretato da Maria Grazia Cucinotta e Raoul Bova (rispettivamente nel ruolo di Donna Santa e l’Ispettore Tosi) e, probabilmente, anche da George Clooney. “Le trattative sono alla fase finale – spiega la Grassi -, Clooney vestirà i panni di un prete protestante affiliato alla mafia. Anche questa volta il film sarà girato in Abruzzo”.

La Grassi sta già scrivendo poi un terzo film dal titolo ‘Questioni di camorra’.

fonte Adnkronos

Musica: Lucio Dalla, Alexia e i Solisti Veneti a Roma per la FIRE


Maria Grazia Cucinotta, Massimo Ghini, Ramona Badescu, Rita Rusic, Eleonora Brigliadori. Una parata di stelle e musica per combattere le malattie al fegato organizzata a Roma dalla FIRE, la Fondazione Italiana Ricerca in Epatologia e dall’AISF, l’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato, che quest’anno compie 40 anni. Domani sera alle 21 presso l’Auditorium della Conciliazione di Roma ‘Liver&Friends: musica e parole per il fegato’ presentera’ Lucio Dalla, Alexia e i Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone.

Oltre agli artisti citati, per il mondo dello spettacolo prenderanno parte allo show di solidarieta’ anche Vincenzo Salemme, Marcello Cirillo e Francesco Scianna, protagonista di ‘Baari’a’ di Giuseppe Tornatore. Sono inoltre confermati, tra gli altri, il magistrato Pasquale de Lise (Presidente del Consiglio di Stato), Gaetano Blandini (Direttore Generale Cinema, Ministero dei Beni Culturali e Direttore Siae), Mauro Moretti (AD Ferrovie dello Stato), Antonio Mastrapasqua (Presidente dell’INPS), Nicola Maccanico (Presidente Warner Bros), Pasquale Cuzzupoli (Direttore Cinecitta’), Charles Garrett (Presidente della Fondazione Mc Donald), Silvia Cappellini Sinopoli, David Zard, Pietro Calabrese.

Ma anche il mondo dello sport si e’ mostrato sensibile alla causa della FIRE, il cui presidente e’ Luca Cordero di Montezemolo: hanno infatti confermato la loro presenza, tra gli altri, Zibi Boniek, Igor Cassina e Sergio Floccari della Lazio. Nel corso della serata, presentata da Paola Saluzzi e Andrea Agresti, il noto attore e doppiatore Roberto Pedicini leggera’ l’Ode al fegato di Pablo Neruda. Oltre agli artisti citati, per il mondo dello spettacolo prenderanno parte allo show di solidarieta’ anche Vincenzo Salemme, Marcello Cirillo e Francesco Scianna, protagonista di ‘Baari’a’ di Giuseppe Tornatore. Sono inoltre confermati, tra gli altri, il magistrato Pasquale de Lise (Presidente del Consiglio di Stato), Gaetano Blandini (Direttore Generale Cinema, Ministero dei Beni Culturali e Direttore Siae), Mauro Moretti (AD Ferrovie dello Stato), Antonio Mastrapasqua (Presidente dell’INPS), Nicola Maccanico (Presidente Warner Bros), Pasquale Cuzzupoli (Direttore Cinecitta’), Charles Garrett (Presidente della Fondazione Mc Donald), Silvia Cappellini Sinopoli, David Zard, Pietro Calabrese.

Ma anche il mondo dello sport si e’ mostrato sensibile alla causa della FIRE, il cui presidente e’ Luca Cordero di Montezemolo: hanno infatti confermato la loro presenza, tra gli altri, Zibi Boniek, Igor Cassina e Sergio Floccari della Lazio. Nel corso della serata, presentata da Paola Saluzzi e Andrea Agresti, il noto attore e doppiatore Roberto Pedicini leggera’ l’Ode al fegato di Pablo Neruda.

fonte Adnkronos

“Viola di mare” a Catania


di Daniela Domenici

Ha avuto stamattina 4 dicembre 2009 presso l’Auditorium “Giancardo De Carlo” del Monastero dei Benedettini di Catania l’incontro-dibattito sul film VIOLA DI MARE di Donatella Maiorca promosso da IDF, Medusa Film, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Sensi Contemporanei, Sicilia Film Commission, Teatro Stabile di Catania, Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano in collaborazione con l’Università di Catania, la Facoltà di Lettere e Filosofia e il Dipartimento di Filologia Moderna.

Tratto dal romanzo MINCHIA DI RE di Giacomo Pilati (Mursia), in concorso al “Festival Internazionale di Roma”, due premi al “N.I.C.E. Film Festival” di San Francisco, è ambientato nella Sicilia della seconda metà dell’800.
Dopo i saluti di Antonino Recca, rettore Università degli Studi di Catania, e di Nicola Leanza, assessore Regionale ai Beni Culturali ed Ambientali e Pubblica Istruzione, sono intervenuti Donatella Maiorca, regista del film, Maria Grazia Cucinotta, attrice e produttrice, Gisela Ovoldi, attrice, Pina Mondolfo, sceneggiatrice e Giovanna Emidi, produttrice.

I giornalisti Nino Amante della Rai e Maria Lombardo de La Sicilia hanno intervistato le ospiti. Ha coordinato l’evento la prof.ssa Sarah Zappulla Muscarà.