Piccola goccia di buddismo


grazie a Roberta che me l’ha regalata…

Domanda: Se l’entita` di tutti gli esseri viventi e` la Legge mistica nella sua totalita`, anche le azioni e gli effetti nei nove mondi, dal mondo d’inferno a quello dei bodhisattva, sono entita` della Legge mistica?

Risposta: Il mistico principio che e` la natura essenziale dei fenomeni, presenta due aspetti: un aspetto impuro e un aspetto puro. Quando opera l’aspetto impuro, si parla di illusione, quando opera l’aspetto puro, si parla di illuminazione.

Illuminazione e` il mondo di Buddita`, illusione e` il mondo degli esseri comuni. Benche’ questi due aspetti, illuso e illuminato, siano due fenomeni differenti, entrambi sono funzioni di un unico principio, cioe` della natura essenziale dei fenomeni o vero aspetto della realta`.

“Da “L’entità della Legge mistica” (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 370) 

Impregnare la nostra essenza, la nostra vita


“Avete messo un fazzoletto in una scatola profumata: quando lo
riprendete, dopo qualche tempo, sarà anch’esso profumato. Ebbene, sappiate che avviene lo stesso con la vostra vita psichica: essa si impregna delle emanazioni di tutti gli argomenti nei quali avete l’abitudine di immergervi, e se quegli argomenti sono
nauseabondi, non stupitevi se un giorno le stesse vibrazioni emaneranno da voi. Non prendete alla leggera ciò che vi dico : si
tratta di leggi che bisogna conoscere e saper applicare.
Fate quindi attenzione ai libri che leggete, ai film e agli
spettacoli che guardate e alle conversazioni cui partecipate,
perché nulla di tutto ciò resta senza conseguenze. Fate lo sforzo
di interessarvi a temi profondi, educativi; anche se per il
momento superano la vostra comprensione, un giorno capirete. In
voi esiste un essere onnisciente che, via via, vi illuminerà su
ciò che per il momento non potete ancora comprendere. ”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Essere pervasi dalla luce del proprio Sé superiore…


Senza che alcun segno precursore vi abbia avvertito, può accadere
che vi sentiate improvvisamente invasi dalla luce: tutto a un
tratto la vostra coscienza è proiettata molto in alto nel piano
della supercoscienza, e voi siete abbagliati dall’immensità e
dalla bellezza in cui vive il vostro Sé superiore… Purtroppo,
tale stato non dura, e voi riprendete di nuovo la vostra vita
quotidiana con le stesse preoccupazioni e le stesse debolezze:
vi sentite nell’oscurità, vi sentite soffocare, separati dal
vostro Sé superiore, il vostro Sé divino, come un frammento
separato dal Tutto… In seguito, di nuovo sentite un chiarore,
un’illuminazione, ma anche quel momento non dura.
Non scoraggiatevi, continuate a lavorare, a fare degli sforzi.
Un giorno, finalmente, dopo tutti quegli alti e bassi, dopo
tutte quelle oscillazioni fra chiarezza e tenebre, la luce non
vi lascerà più; avrete cambiato riva e sarete definitivamente
salvi.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov