Urbino, nonna superdottoressa: è alla quarta laurea


A 94 anni suonati, Adriana Iannilli, si e’ laureata oggi alla facoltà di Scienze giuridiche dell’Università di Urbino in consulenza del lavoro, con il prof. Paolo Pascucci. La signora romana che aveva già battuto il record di matricola più anziana d’Italia. Solo un anno fa, la facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo le aveva consegnato l’alloro (voto finale 110 e lode) per una tesi sulla violenza alle donne. La supernonna – anzi, la ’superdottoressa’ -, che sembra annoveri nel suo passato anche qualche esperienza da modella, e’ laureata pure in Lingue orientali e Scienze politiche. Il suo personalissimo cammino di conoscenza inizia nel 2004, quando il vuoto lasciato dalla morte del marito la spinge a frequentare l’Università della terza età. Ma i corsi non la soddisfano e allora ecco che, alla bella età di 88 anni, si iscrive all’Università ‘vera’, e precisamente alla facoltà di Scienze politiche di Viterbo, sobbarcandosi peraltro la spola tra Roma e la sede universitaria. Il resto della strada e’ tutto in discesa, e oggi eccola di nuovo a raccogliere i frutti della sua eccezionale ‘carriera’ da studentessa. Vestita in turchese (evidentemente il suo colore portafortuna), come le volte precedenti, Adriana ha annunciato che non c’e’ quattro senza cinque, e che è pronta a farsi di nuovo sotto per il quinto titolo accademico.

da www.blitzquotidiano.it

Anziani: Adriana si laurea a 93 anni e già pensa al futuro


laureaConquista un altro successo universitario, la sua terza laurea, a 93 anni, con il massimo dei voti. Il titolo di dottore in Giurisprudenza la signora Adriana Iannilli non le basta: sta pensando di conseguire una nuova pergamena come Consulente del lavoro, l’anno prossimo. Adriana è stata festeggiata dalla famiglia e dall’Ateneo di Urbino che fa crescere così la sua popolarità in giro per l’Italia e per il mondo come si legge nelle pagine di cronaca del Resto del Carlino di Pesaro, articolo prontamente inserito nella rassegna stampa dell’Università di Urbino. Da lì si viene a sapere che le imprese accademiche della neodottoressa sono al centro dell’attenzione mediatica e dell’apprezzamento di molti. A 93 anni l’amore per la cultura e lo studio può essere un buon antidoto alla vecchiaia e un nuovo segreto per la longevità.

 da www.intrage.it