Spettacolo: il tema ‘Madre Terra’ al centro del festival ‘Poiesis’


La terza edizione di Poiesis, il Festival che trasformera’ Fabriano, citta’ del fare e del creare, in un palcoscenico dove poesia, musica, arti figurative, teatro e cinema si intrecceranno in un percorso che offrira’ molteplici punti di vista e tutto ruotera’ intorno al tema Madre Terra, che come sottolinea il direttore artistico, Francesca Merloni e’: ”l’archetipo della madre, dell’energia generatrice, la radice profonda che e’ dentro di noi e all’origine della vita. Qualcosa da salvaguardare e proteggere”. Un intenso calendario di eventi, dal 21 al 23 maggio, prevede fra gli altri Sinead O’ Condor in concerto, l’incontro unico con Alessandro Bergonzoni, il concerto straordinario di Micheal Nyman, e ancora Massimo Cacciari e Giorgio Ficara; Antonella Anedda, Mariangela Gualtieri e Valentino Zeichen, Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Gifuni e Tazenda; Thierry Bouet, Richard Long e HA Schult, e molto altro. Questa edizione di Poesis e’ associata al Festival Internazionale della Diversita’ delle Espressioni Culturali 2010, organizzato dall’Unesco in occasione della Giornata Mondiale della Diversita’ Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo che, ogni anno in tutto il mondo, viene celebrata il 21 maggio.

fonte Adnkronos

Premi: scelta la ‘cinquina’ della quarta edizione del Vallombrosa


Scelti i finalisti della quarta edizione del premio Vallombrosa – Gregor von Rezzori dedicato alla narrativa straniera che si svolgera’ a Firenze dal 16 al 18 giugno. A comporre la ‘cinquina’ dalla quale verra’ scelto il vincitore sono gli scrittori He’ctor Abad con ‘L’oblio che saremo’ (Einaudi), Jean Echenoz con ‘Correre’ (Adelphi), Percival Everett, ‘Ferito’ (Nutrimenti), Nam Le con ‘I fuggitivi’ (Guanda) e Rose Tremain con ‘In cerca di una vita’ (Tropea).

Il vincitore sara’ proclamato dalla giuria -di cui fanno parte Bruno Arpaia, Giorgio Ficara, Luigi Forte, Andrea Landolfi, Livia Manera, Alberto Manguel- nel corso della cerimonia che avra’ luogo il 18 giugno alle 17,30, nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze. Il vincitore ricevera’ 10 mila euro e una ‘Fellowship’, un soggiorno di lavoro presso la Santa Maddalena Foundation. I vincitori delle scorse edizioni sono stati Hisham Matar con ‘Nessuno al mondo’ (Einaudi, 2006), Arturo Perez-Reverte con ‘Il pittore di battaglie’ (Marco Tropea 2007) e Jhumpa Lahiri con ‘Una nuova terra’ (Guanda 2008).

Andrea Landolfi, presidente della giuria per la miglior traduzione in italiano di un’opera di narrativa straniera, ha annunciato la vincitrice: e’ Maurizia Balmelli per ‘Suttree’ di Cormac McCarthy, pubblicato da Einaudi. In precedenza il premio era stato attribuito a Bruno Ventavoli, Silvia Bortoli e a Claudia Zonghetti. Il vincitore sara’ proclamato dalla giuria -di cui fanno parte Bruno Arpaia, Giorgio Ficara, Luigi Forte, Andrea Landolfi, Livia Manera, Alberto Manguel- nel corso della cerimonia che avra’ luogo il 18 giugno alle 17,30, nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze. Il vincitore ricevera’ 10 mila euro e una ‘Fellowship’, un soggiorno di lavoro presso la Santa Maddalena Foundation. I vincitori delle scorse edizioni sono stati Hisham Matar con ‘Nessuno al mondo’ (Einaudi, 2006), Arturo Perez-Reverte con ‘Il pittore di battaglie’ (Marco Tropea 2007) e Jhumpa Lahiri con ‘Una nuova terra’ (Guanda 2008).

Andrea Landolfi, presidente della giuria per la miglior traduzione in italiano di un’opera di narrativa straniera, ha annunciato la vincitrice: e’ Maurizia Balmelli per ‘Suttree’ di Cormac McCarthy, pubblicato da Einaudi. In precedenza il premio era stato attribuito a Bruno Ventavoli, Silvia Bortoli e a Claudia Zonghetti.

fonte Adnkronos