Sesso e crisi: azienda russa si salva dalla crisi con peluches erotici


Da peluche per bambini a peluche erotici: è la riconversione che ha salvato dalla crisi, Rostoys, una fabbrica di giocattoli di Celiabinsk, sugli Urali

Da peluche per bambini a peluche erotici: è la riconversione che ha salvato dalla Rostoy, una fabbrica di giocattoli di Celiabinsk, sugli Urali.

L’azienda, che produceva anche vestiti per carnevale, era rimasta investita a fine 2008 dalla con perdite vicine al 40%, il licenziamento del 7% del personale e la prospettiva della bancarotta.

Inizialmente aveva tentato di restare sul mercato proponendo uniformi per varie categorie professionali. Poi, come racconta il quotidiano Vedomosti, la svolta «a luci rosse», accolta con scetticismo dal personale, prevalentemente femminile, quasi metà del quale ha preferito andarsene.

Ma la maggioranza ha accettato di confezionare i nuovi peluche, una dozzina di pezzi in tutto, tra cui orsacchiotti e tigrotti con membri sessuali esagerati, un cuscino a forma di seno e un organo maschile imbottito. Diversificata anche la produzione di vestiti da carnevale, diventati costumi sadomaso da infermiera, monaca, hostess e ispettore stradale, figura quest’ultima vissuta come un vessatore nell’immaginario collettivo russo.

Inutile dire che il fatturato si è improvvisamente impennato, sollecitando anche l’interesse dei grossisti. I nuovi prodotti, commercializzati con il marchio Flirton, sono andati a ruba nella rete locale di sex shop Casanova.

«Un’ idea brillante per uscire dalla », ha commentato Gregori Trusov, un analisti della società di consulenza Contrakt Espert.

da www.blitzquotidiano.it

ed ecco il link al sito dell’azienda Ros Toys per chi volesse ordinarne uno ma, soprattutto, sapendo almeno leggere l’alfabeto russo…:-)

http://www.rostoys.ru/index.php?categoryID=6

Salute: sette giorni per curare la psiche in tempo di crisi


psicheCrisi economica, disagio quotidiano, preoccupazione e stress accentuati sono alla base di molti malesseri psicologici, soprattutto nelle grandi città e per i lavoratori che si trovano in una situazione di disagio e difficoltà. Guarda anche a loro l’iniziativa la Settimana del benessere psicologico promossa dall’Ordine lombardo degli psicologi: fino al 31 ottobre 2009 i professionisti che aderiscono all’iniziativa mettono a disposizione gratuitamente la loro esperienza di operatori qualificati della salute mentale per un consulto. Tra le finalità anche la volontà di sfatare il mito dello psicologo come specialista solo per chi è benestante. Perché la salute sia alla portata di tutti, anche quella mentale in tempo di crisi e difficoltà

da www.intrage.it