Al torneo WTA di Miami avanza l’azzurra Sara Errani


di Daniela Domenici

Si è appena concluso l’incontro tra l’azzurra Sara Errani, n°43 del ranking mondiale, e la tedesca Tatjana Malek, n°83.

La Errani ha concesso un solo game all’avversaria battendola in due set, nel tempo complessivo di 1h 03’ 29”, col punteggio finale di 6-1, 6-0 che fotografa perfettamente l’incontro: l’azzurra ha avuto vita facile contro la tedesca.

Il primo set si è aperto con una serie di break e contro break ma poi la Errani ha messo la marcia giusta e se lo è aggiudicato in soli 34 minuti; nel secondo set l’azzurra ha dominato incontrastata non concedendo, come detto in apertura, neanche un game alla Malek.

Anche il conto dei double faults dà un’idea dell’andamento dell’incontro: 4 a 1 per la tedesca.

Tra poco scenderanno in campo le altre due azzurre, la Brianti e la Vinci.

Australian Open – Schiavone, Brianti e Garbin al 3° turno


Proseguono i successi dell’italtennis femminile agli Australian Open. Dopo Sara Errani e Roberta Vinci, accedono al terzo turno anche Francesca Schiavone, Alberta Brianti e Tathiana Garbin.

La Schiavo supera senza problemi il secondo turno, battendo in due set la francese Julie Coin. Un match mai in discussione per la tennista milanese, testa di serie numero 17, che si è imposta per 6-3, 6-4. Poco da dire sulla prova di Francesca che al terzo turno si troverà, invece, ad affrontare un’avverasria più ostica: la numero 10 del mondo Agnieszka Radwanska che ha battuto 6-0, 6-2 la russa Alla Kudryavtseva.

Grande successo anche della 33enne Tathiana Garbin che si è imposta in tre set sulla più giovane Yaroslava Shvedova. Non avrà la potenza della kazaka, ma Tax ha compensato con una grande intelligenza tattica e ha saputo sfruttare al meglio la sua esperienza. Dopo un primo set combattuto (perso 7-6), in cui l’azzurra ha sprecato molto e nel tie break, avanti 5-3. si è fatta rimontare e ha finito per cedere il parziale (tie break terminato 7-5), la Garbin ha iniziato a ingranare e per la Shvedova non c’è più stato nulla da fare. 6-2, 6-0 è il risultato degli ultimi due parziali a favore di Tx che strappa, così, il pass per il terzo turno, raggiungendo il suo miglior risultato. Ora troverà sul suo cammino la numero 7 del seeding, la bielorussa Viktoria Azarenka. non sarà facile ma ci proverà.

Di sicuro ci ha provato Alberta Brianti e i fatti le hanno dato ragione. L’azzurra, infatti, ha battuto in rimonta la ben più giovane e quotata Sabine Lisicki. La tedesca era partita alla grande nel primo set, rifilando un sonoro 6-2 alla parmense che, però, non si è persa d’animo e, complici alcuni errori gratuiti dell’avversaria, ha riportato in parità i set. 6-4, è il risultato del secondo parziale, a favore della Brianti che si gioca l’accesso al terzo turno nel terzo e decisivo set. L’azzurra è inarrestabile e lo dimostra nell’ultima frazione di gioco dove chiude i giochi 6-4 e conquista un risultato storico, accedendo al terzo turno dove affronterà la padrona di casa Samantha Stosur. I pronostici non sono dalla sua parte, ma l’australiana farà comunque bene a non sottovalutare Alberta.

da www.it.eurosport.yahoo.com

La Grand Champions Cup di pallavolo è AZZURRA


di Daniela Domenici

azzurre del volleyLe azzurre del volley hanno battuto le “padrone di casa”, le giapponesi, per 3 a 1 nella finale della Grand Champions Cup in terra nipponica ed è il trionfo della pallavolo italiana “in rosa”; secondo posto per il Brasile che ha “stracciato” la Thailandia 3-0.

Formidabili le nostre pallavoliste, allenate dal mister Barbolini che, dopo lo storico successo sul Brasile di ieri, chiudono alla grande questa competizione mondiale con un ennesimo trionfo.

Le nostre ragazze partono male ma poi si impongono a oltranza nel primo set concludendo con il punteggio di 32-30; vincono anche il secondo set 25-22 ma cedono nel terzo di stretta misura: 26-24. Il quarto parziale è di nuovo appannaggio delle azzurre che concludono  25-18.

E la Grand Champions Cup è italiana grazie alle nostre splendide pallavoliste.

Le azzurre della pallavolo vincono ancora alla Grand Champions Cup in Giappone


di Daniela Domenici

azzurre pallavoloL’Italia della pallavolo “in rosa” batte per 3-0 le campionesse olimpiche in carica, le atlete brasiliane, a Fukuoka in Giappone mettendo così una grossa ipoteca sul successo finale nella Grand Champions Cup; basterà vincere contro la squadra del Giappone per assicurarsi la vittoria.

Una partita quasi perfetta quella giocata dalle azzurre sempre in vantaggio nel corso dei primi due set, decisi alla fine dalle prodezze al servizio di Lucia Bosetti.

In svantaggio per 0-2, le brasiliane tentano l’ultima reazione rimanendo in vantaggio nella prima metà del terzo set ma alla lunga è sempre il “muro” delle pallavoliste italiane ad avere la meglio: Del Core, Ortolani e Gioli non ne lasciano passare una fino al 25-21 finale che dà la misura della superiorità delle nostre atlete.

Aspettiamo di poter applaudire l’ennesimo successo delle nostre formidabili pallavoliste e di esultare per la vittoria in questa Grand Champions Cup in terra nipponica.

Ed è subito Italia alla Grand Champions Cup di pallavolo femminile a Tokyo


di Daniela Domenici

azzurre pallavoloSi sta disputando a Tokyo la quinta edizione della Grand Champions Cup di pallavolo femminile, una competizione a cui partecipano le nazionali vincitrici dei rispettivi tornei continentali, la formazione di casa e una invitata.

L’e azzurre allenate dal Barbolini sono quindi ammesse diritto come campionesse d’Europa in carica avendo vinto lo scorso settembre il secondo titolo consecutivo in Polonia come vi abbiamo riferito in nostri precedenti resocont.

 Le altre nazionali che partecipano sono Brasile, Corea del Sud, Thailandia, Repubbliac Dominicana  e Giappone.

 L’Italia non ha mai vinto questa competizione mondiale, nel passato i successi sono andati una volta a Cuba, Cina, Russia e Brasile.

 Il regolamento prevede un unico girone all’italiana, chi ottiene più punti porta a casa la coppa. Ecco i risultati e la classifica dell’edizione 2009.

Classifica
1 Brasile 4
2 Italia 2
3 Giappone 3
4 Rep. Dominicana 3
5 Thailandia 2
6 Corea del sud 2

Calendario
1 10-Nov THA-ITA 0-3 (25-27 22-25 22-25)
2 10-Nov DOM-BRA 0-3 (23-25 16-25 17-25)
3 10-Nov JPN-KOR 3-1 (22-25 27-25 25-16 25-10)
4 11-Nov THA-DOM 1-3 (25-14 20-25 21-25 26-28)
5 11-Nov ITA-KOR 3-2 (24-26 24-26 28-26 25-19 15-9)
6 11-Nov BRA-JPN 3-1 (24-26 25-21 25-23 -25-21)
7 12-Nov KOR-BRA
8 12-Nov DOM-ITA
9 12-Nov JPN-THA
10 14-Nov THA-KOR
11 14-Nov ITA-BRA
12 14-Nov DOM-JPN
13 15-Nov BRA-THA
14 15-Nov KOR-DOM
15 15-Nov JPN-ITAI

Oggi le azzurre hanno battuto le avversarie della Repubblica Dominicana  ed è il loro terzo successo; il risultato finale è stato di 25 a 19, 25 a 18 e 25 a 20.

Fine modulo

Per l’ Italia hanno giocato Lo Bianco, Bosetti 12, Barazza 11, Ortolani 10, Piccinini 11, Gioli 9; Libero Cardullo, Arrighetti e Del Core; non sono scese in campo Rondon, Sirressi e Barcellini 11.

Gli spettatori sono stati 3.600; i tre sets sono durati rispettivamente  23′, 21′, 22′ per un tempo totale complessivo di 1h06′.