Meglio Google di un libro per allenare il cervello


Fare ricerche su Internet allena il cervello, e può farlo ancor più che leggere libri, almeno così rivela uno studio che sarà pubblicata sul numero di febbraio del Journal of Geriatric Psychiatry.
Un team di ricercatori dell’università californiana Ucla ha sottoposto 24 soggetti tra i 55 e i 76 anni a due esperimenti: in uno dovevano leggere un libro e nell’altro dovevano fare ricerche su Internet mentre il cervello veniva monitorato con la risonanza magnetica.

La risonanza ha mostrato che, i entrambi i casi, venivano stimolate le regioni cerebrali responsabili del controllo del linguaggio, della memoria e della visione, ma l’uso dei motori di ricerca attiva anche le aree che controllano le decisioni complesse, segno che in questo caso l’attenzione è più sollecitata. “E’ un po’ presto per dire che Google aiuterà a sconfiggere l’Alzheimer – precisa Gary Small, coordinatore dello studio – ma di sicuro l’uso dei motori di ricerca cambia in maniera estensiva i circuiti cerebrali”.

fonte www.rainews24.it

Rugby, gli All Blacks al “Beccaria”: si alleneranno con i detenuti


Dopo aver riempito sabato scorso il Meazza per la sfida contro l’Italia, gli All Blacks del rugby torneranno a Milano il primo dicembre per un allenamento speciale, con i ragazzi detenuti nel carcere minorile Beccaria.
Grazie alla federazione rugbistica neozelandese, sarà questo il momento clou de ‘Il senso di una metà, un progetto triennale condotto dall’As Rugby Milano (con la collaborazione di Iveco, Edison e Adidas) che dall’estate del 2008, attraverso i propri allenatori, ha introdotto fra le mura dell’istituto penale lo sport della palla ovale.
Uno sport di squadra e combattimento come questo, sono convinti gli organizzatori, è uno strumento utile ad avvicinarsi al valore e al rispetto delle regole e all’etica sportiva, imparando a gestire l’aggressività individuale.
Sono già stati coinvolti oltre trenta giovani, di etnie diverse, alcuni dei quali stanno continuando a giocare a rugby nel club, concluso il periodo detentivo.

da www.gazzettadiparma.it