Alessandra Mussolini a “Domenica 5”


di Loretta Dalola

Nella trasmissione   da Barbara D’Urso, Alessandra Mussolini, parla, si agita, ironizza e intrattiene il pubblico come una perfetta showgirl piuttosto che come un parlamentare del Pdl e neo consigliere regionale della Campania.

Diciamo che ha fatto risaltare il suo lato personale, parlando della proprio famiglia e dell’ inevitabile allacciamento al nonno. “La Petacci è stata prima di tutto ossessionante, il primo caso di stalking della storia e alla fine lui ha ceduto, del resto si era messa in testa di mirare a mio nonno e ce l’ha fatta”.

La nonna (donna Rachele) era una persona semplice,  ha anche tentato il suicidio per colpa della storia con Claretta, ma, una volta conosciuta, si pentì del gesto : “non ne valeva la pena!”.

Poi, ci ha sciorinato tutte le sue emozioni affettive, dal primo bacio all’amore vero, quello definitivo con l’attuale marito, (conquistato fingendosi una sportiva) e dopo vari aneddoti ha affermato: “Alla fine ci siamo messi insieme e ancora cé stò!”

Non  ha perso l’occasione per fare un po’ di morale sull’importanza della stabilità della famiglia come punto di riferimento per i figli e in caso di tradimento “gli farebbe nà faccia così di schiaffi, ma perdonerebbe, perché un matrimonio lo devi tenere in vita, in nome del rispetto e dell’unità non italiana, ma del suo nucleo familiare.

E poi è arrivato il colpo di scena, la sua proposta di  un disegno di legge, una soluzione ai matrimoni in crisi, sempre più frequenti: «Introduciamo il matrimonio a punti».

Uno scherzo ma non troppo, «Come la patente – ha detto – se mi tradisci, ti tolgo cinque punti, se non porti a scuola i bambini, trascuri la famiglia, sono dieci punti. Ma col pentimento si possono riacquistare. Se si tratta di un pentimento con regalo, lo accettiamo, ma sono solo 3 punti».

E per ultimo dopo averci informato sulle difficoltà superate dovute al suo ingombrante cognome, ha fatto esplodere un altro «colpo di scena», (peraltro già conosciuto), nei confronti di Bruno Vespa, che reputa essere un suo parente. «È tutto mio nonno – ha detto la nipote del Duce – ha una caratteristica distintiva della famiglia Mussolini: il tratto dalla narice alla bocca. Prima o poi farà outing».

La reazione dell’interessato, che ho appreso dal Corriere della sera è stata forte : «Adesso basta. Alessandra Mussolini è una donna spiritosa e simpatica, ma adesso sta esagerando.”

Per saperne di più: http://www.corriere.it

http://www.tgcom.mediaset.it/televisione/articoli/articolo481794.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...