Marea nera, disastro senza tregua


di Loretta Dalola

I responsabili della BP continuano la lotta per contenere il flusso di petrolio, l’amministratore della compagnia petrolifera ha dichiarato che per cercare di arginare la perdita e limitare i danni ambientali, si tenterà di posizionare nei prossimi giorni, una cupola di contenimento, sopra la falla in un pozzo petrolifero da cui fuoriesce greggio nel Golfo Messico.

Nei giorni scorsi il tentativo di arginare la fuoriuscita di petrolio con una grande cupola di contenimento è fallito.

Dalla falla si riversano in acqua almeno 5.000 barili di greggio al giorno, da quando il 21 aprile scorso l’impianto petrolifero Deepwater Horizon è esploso, provocando la morte di 11 dipendenti. La perdita di petrolio, la peggiore della storia Usa, minaccia l’economia dell’area e rappresenta un disastro ecologico.

Nel frattempo, a terra, in Louisiana, gli elicotteri stanno volando sulle coste per sistemare barriere di sacchi di sabbia in grado di bloccare la marea inquinante. Si stanno creando anche degli enormi blocchi, anche questi composti da sabbia, da buttare al largo, sempre allo scopo di contrastare il flusso del petrolio. Appena saranno pronti, gli aerei della Guardia Nazionale li lanceranno sul mare in punti stabiliti, dove si spera possano frenare al meglio le onde intrise di petrolio.

I costi sostenuti dalla British Petroleum per le operazioni di pulitura nel Golfo del Messico, ammontano a circa 270 milioni di euro. Si tratta comunque di una cifra irrisoria rispetto al danno gravissimo causato alle coste meridionali degli Stati Uniti e alle tasche dei suoi abitanti.

 I possibili rischi per la salute umana derivanti dalla ‘marea nera’ ancora non arginata nelle acque del Golfo del Messico vanno da un banale mal di testa ad una nausea difficilmente controllabile, sino a piu’ serie complicazioni respiratorie.

Nella parte sud-ovest della Louisiana i cittadini si sono lamentati di un terribile odore che ha causato ”nausee fortissime e bruciori agli occhi”

 La qualita’ dell’aria e i suoi effetti sulla salute umana in seguito alla fuoriscita di petrolio dipenderanno da una varieta’ di fattori tra cui la velocita’ e la direzione dei venti, e la quantita’ di esalazioni tossiche.

 da http://lorettadalola.wordpress.com

Una risposta a “Marea nera, disastro senza tregua

  1. La fuoriuscita di greggio non si può fermare per l’enorme pressione di fuoriuscita del greggio per questo ho ideato un sistema che sfrutta un effetto ventosa di una struttura conica gigante che dovrebbe ricoprire la struttura posizionata sul fondale collegata ad aste e ombelicali collegati a pompe di aspirazione di enorme potenza. Quando la grande struttura conoca è a pochi metri dal fondale si dovranno accendere le pompe di aspirazione che dovranno aspirare ad una pressione eportata superiore a quella di fuoriuscita del greggio L’effetto ventosa impedirebbe alla campana conica di rovesciarsi ed il petrolio risalirebbe in superficie tramite le aste e gli ombelicali per sivarlo su enormi navi tanker.
    Ho inviato questa idea alla British Petroleum l’11 maggio e se la utilizzeranno mi dovranno almeno dire grazie
    ecco di seguito la mail che ho inviato alla BP l’11 maggio:

    My name is Carlo Ciocca and i live in rome. I worked on ENI platform for many years and I know enough the deep water problems.

    I had an idea to minimize the disaster.

    First of all is impossible to stop the oil spill for the great pressure but we can make arrive the oil on a tanker ship on the sea surface in this way explained for headline:

    To build a big and resistent conic structure with a diameter enough large and heavy to cover all the deep water plant installed at 1500 meters of deep.

    at the top of the conic structure an hole adapt to connect pipe.

    to connect to the hole of the top of conic structure the first pipe

    pipe after pipe and where it needs ombelicals we must arrive by a big crane ( similar to SAIPEM 7000) near the damage structure and the oil spill

    few meters first to pose the conic structure on the sea floor to cover the damage deep water structure we must begin to pump sea water mix with oil by the pipes and ombelical column in a tanker ship positioned on the surface able to filter the oil by the sea water

    when all the surface equipmens are ready for the operation we must go down the conic structure till the subsea floor with the pumps running

    with the pump on the surface running we create a kind of VENTURI EFFECTS and with a right pumps power all the liquid inside the conic structure will lift by the pipes till the tanker ship.

    I know how to realize this project

    If you like my project call me at my telephone number or by e- mail
    cell 3473207373
    home 067220026
    mail matrixmarty@alice.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...