Pagella delle prestazioni sessuali: basta!


Nel salotto televisivo di Barbara D’Urso in ”Pomerigio 5” in onda su canale5, una signorina di nome Lea, che professionalmente svolge la mansione di addetta alle richieste del “sesso hot al telefono ( non conosco bene  l’inquadramento sindacale) ha dichiarato di aver scritto un libro, nel quale racconta le sue avventure sessuali, con personaggi noti e di averne stilato una precisa e accurata pagella riguardante le loro prestazioni.

  Basta, c’è un limite a tutto!

 La mia indignazione e rabbia raggiungono il livello di reazione linguistica, che mi costringe a puntualizzare che, a questo punto del percorso storico e evolutivo umano non si possono sentire ancora certi termini, l’incontro sessuale è tutto fuorchè una prestazione.

 Per chi volesse approfondire il concetto di prestazione: http://it.wikipedia.org/wiki/Prestazione_sportiva

 Come noi donne, da tempo e dopo lunghe e faticosissime battaglie di sensibilizzazione al rispetto,  pretendiamo di non essere considerate un “contenitore di sperma” sarebbe auspicabile che altrettante appartenenti al sesso femminile non considerassero gli uomini delle macchine ginniche.

 L’incontro tra un uomo e una donna, attraverso l’uso del  corpo risponde ad una richiesta di comunicazione profonda, di sentimento, di coinvolgimento, di ricerca intensa, di unione, che va al di là dell’atto meccanico vero e proprio.  Una donna, che consente ad un uomo di entrare nel suo corpo gli concede la sua anima, la parte più intima e nascosta,  raggiungerla è un privilegio che va condiviso insieme al concetto di rispetto delle parti coinvolte e soprattutto del dare e ricevere reciprocamente.

 L’incontro  è finalizzato al coinvolgimento di  tutti i sensi, compresa la sintonia e l’affettività tra le persone. L’atto sessuale ha questo scopo, amalgama, unisce, stabilisce compatibilità, crea confidenza e fiducia. La sensualità è indispensabile per conoscere e colmare le differenze materiali e spirituali, ma anche a indirizzare gli stimoli presenti nel rapporto. La sessualità interviene quando questo processo è maturato incanalando il piacere verso la soddisfazione genitale.

 Oggi, tutti vogliono conquistare più libertà, ma limitandosi all’aspetto sessuale, rischiano di svuotare i rapporti del loro collante naturale, che sta proprio nel rivalutare la sensualità. L’idea astratta della mente di una maggiore libertà sessuale, se manca la predisposizione dei sensi, rischia di risolversi in una falsa conquista.

 Per favore…

 Tu chiamale, se vuoi emozioni…

 Non votazioni…

 e mai , mai, PRESTAZIONI

 grazie

 Quando la mano di un uomo tocca la mano di una donna, entrambi toccano il cuore dell’eternità.
(Kahlil Gibran)

 da http://lorettadalola.wordpress.com/

Annunci

6 risposte a “Pagella delle prestazioni sessuali: basta!

  1. Ma che bella sorpresa domenicale!
    grazie, non solo della condivisione ma dell’aiuto alla sua divulgazione – questo è lo spirito solidale e la forza della blogosfera –
    il commento è un ponte che da visibilità ed è l’unità della conversazione, permette la riflessione, la manipolazione, il riutilizzo e la conseguente creazione di altri testi originali.
    grazie ancora

    • grazie a te, Loretta, peer questa riflessione che mi trova perfettamente concorde, hai saputo analizzare e denunciare con calore e verve, da donna per tutte le donne, speriamo che la tua denuncia trovi risonanza anche grazie a me….:-)

  2. Ciao Daniela, sono pietrificato, non pensavo si commercializzasse “via cartaceo” anche l’aver fatto la zoccola. Tu sai bene quanti sacrifici per pubblicare un libro, evidentemente la gente vuole anche questo. Mi sono cadute letteralmente le brccia a terra. Non perchè asserisce che tra i suoi amori ci sono anche personalità politiche, NON CE NE PUO’ FREGAR DE MENO, ma perchè ha umiliato la sua persona pur di vendere un libro, evidentemente non ho capito ancora in che mondo vivo. Ti voglio bene Gianfranco

  3. Menomale che non guardo mai queste imbecillità.
    Con tutti i problemi che affliggono questo mondo, guerre, malattie, fame, pure “Pomerigio 5”? No Grazie!
    Sottoscrivo col sangue quanto asserito da Loretta Dalola e condiviso dall’amica Daniela.
    Ho sempre considerato, l’organo genitale maschile un “muscolo” che, all’occorrenza, se eccitato con una buona dose di sensualita, si contrae per via della vasodilatazione.
    Quindi, non esistono organi piccoli, né tanto mai devono esistere assolutissimamente pagelle!
    La dignità umana non ha prezzo. Quando lo capiremo, sarà già finito il mondo. Spero, da ottimista, di essere smentito.
    I medevali contrapponevano all’amore erotico l’ascesi mistica; i post-moderni la pornografia e la mercificazione dei corpi.
    Povero cupido! Considerato da sempre brutto e pennuto da uomini ciechi, stolti ed ignoranti che non sanno vedere la sua bellezza.

  4. quello che mi dà ulteriormente fastidio è il fatto che una cosa del genere venga proposta in televisione, in una fascia oraria accessibile a tutti…siamo proprio al vuoto totale dei contenuti, allo squallore più totale! Il trash come emblema dei valori da seguire. Ecco perchè da tempo seguo pochissimo la tv!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...