“Lettera e poesia al mio papà scomparso” di Alessia T.


Ho ricevuto questa lettera da un detenuto del carcere di Augusta che, con infinita tenerezza, ha voluto condividere con me questa testimonianza di affetto, da lui gelosamente conservata, della sua nipotina di 9 anni, Alessia, verso il padre (il figlio del detenuto) scomparso.

L’ho copiata esattamente come mi è arrivata, prima la lettera e poi la poesia di seguito, tutte e due di Alessia.

Caro papà mio,

questa lettera è dedicata a te perché voglio dirti tutto quello che provo verso di te. A volte nel mio cuore c’è rabbia perché tu te ne sei andato via da me lasciandomi sola e portandoti via il mio cuore. Ogni giorno il mio desiderio è che tu sia accanto alla mia anima specialmente nei momenti difficili. Vorrei avere la tua compagnia anche per un giorno, che vorrei diventasse infinito, per rivederti e dirti tutto quello che ho pensato in questi anni. A volte credo che un giorno, non so quando, ti rivedrò e ti porterò con me, la tua dipartita penso sia stato un brutto, anzi un bruttissimo sogno, so però che questo non sarà possibile, rivederti, solamente ti riabbraccerò quando sarò in Paradiso e lì potrò dimostrarti tutto il mio affetto. Vorrei che tu sapessi quello che provo or, ma forse lo sai perché anche se non ti vedo mi sei vicino e ti dico che quello che vorrei di più al mondo è di averti qui con me. Ciao papino, ti voglio tanto bene, sempre te lo voglio ripetere e ti chiedo di pregare per me il nostro Gesù, affinchè mi sostenga e mi aiuti a vincere della tua ssenza nella mia vita.

Finisco perché non voglio dilungarmi ma non mi stanco di dirti :”Grazie papà per la vita che mi hai dato e per il tuo grande amore fino a quando ci sei stato, ti voglio sempre più. La tua affezionata Alessia”

E ora la poesia (notate la bravura di questa bambina a trovare le rime uguali in ogni strofa)

A te che sei nel cielo

Caro e dolce papà mio,

tu sei nel cuore mio

sento la tua mancanza

ma non perdo mai la speranza

di rivederti anche se sei in lontananza.

 

Comincio a sognare,

comincio a sperare,

di rivederti ancora,

per poterti riabbracciare e

trattenerti così senza respirare.

 

Sento ogni giorno che il tuo amore

Culla sempre il mio cuore

E mi trascina nell’oblio senza dolore,

con infinita dolcezza e immenso amore.

 

Caro e dolce papino mio,

tu sei l’angelo mio,

e prego sempre Iddio

che ti trasmetta tutto l’amore mio.

 

 Gianni Morandi intepreta questa sua celebre canzone

http://www.youtube.com/watch?v=UCP6YlsL_RU.

Annunci

10 risposte a ““Lettera e poesia al mio papà scomparso” di Alessia T.

  1. Caro papà,
    io sono la tua figliola grande.
    In questa lettera sarà della mia vita che non ti avevo visto da 10-11 anni,mi manchi,se mi manchi io ti aiuterò per sempre e a salvare la vita.
    Per me mi serve il vero padre e non voglio ke lasciasse a mia madre indietro.
    Sè tu e la mamma vi lasciate me nè andrò via senza sapere a tutti.
    Papà quand’ero piccola non mi riccordava il tuo viso,quando ti avevo visto ultima volta mi era dispiaciuta molto che non ti avevo visto sembrava ke non avesse mai visto.
    Nella mia vita ti darò la salvezza e non voglio dimeticare mai.TU SEI UNICO PAPà , io credevo ke tu mi volevi molto bene e mi mancava tantissimo anni.

    Questa lettera ti hò nella mia vita.

  2. CARO PAPà,
    SEI ANDATO VIA COSI D IMPROVVISO KE ANCORA NON RIESCO A CREDERCI…
    MI SEMBRA UN INCUBO LA TUA ASSENZA HA LASCIATO 1 VUOTO ENORME DENTRO DI ME,SAI QUANTO AMORE HO SEMPRE PROVATO PER TE AVEVI 1000 DIFETTI MA IO NN NE VEDEVO UNO,TU LA MIA FORZA COME FARò SENZA DI TE?TI VEDO ANCORA PER CASA CUCINARE QUEI PRANZI CHE SOLO TU SAI FARE,SEI IL MIO TUTTO,ANCORA MI CHIEDO PERCHE,PERCHE TI HANNO FATTO QUESTO?VIVO SOLO NELLA SPERANZA KE CI SIA GIUSTIZIA PER TE LA MERITI,E POI ASPETTO QUEL GIORNO DOVE FINALMENTE POTRò RIABBRACCIARTI E DIRE STAREMO INSIEME SEMPRE…TI AMO COME NN POTRò MAI AMARE NESSUNO….SERY

  3. Ciao Papà!
    Un mese fa ho compiuto i miei 15 anni , e proprio un mese dopo tu sei volato via.Un anno e mezzo fa scoprimmo la tua malattia un “TUMORE AL POLMONE” e stato un colpo per tutti, quel l’uomo grande che eri ma che ancora sei, ti chiamavano “le sa tutte” perché a ogni domanda avevi una risposta e forse sempre la più giusta.Sei anni fa hai avuto la gioia di avere il primo nipote Matteo, che oggi ha capito che sei volato via, Siamone il piccolo di due anni che ancora non può capire , Noemi di un annetto che appena ti ha visto li immobile senza che tu gli dicevi niente si e messa a piangere, non hai potuto conoscere il 4 nipotino Giovanni , che appena hai saputo che lo dovevamo chiamare ti sei commosso!Mancava cosi poco alla sua nascita , ma tu voli via ! Come l’angelo più bello!
    Ricordo ancora le parole quando il dottore disse “Questi sono gli ultimi attimi” ,ci siamo messi intorno a te in quel maledetto letto d’ospedale , sembravi un bambino dentro la pancia della mamma tutto girato intorno a te , mentre la macchina del cuore segnalava i battiti ,mamma ti toglieva la maschera d’ossigeno e io gli dicevo <> Ma la mamma sapeva che era la fine ! Volevi passare gli ultimi minuti a casa tua e non hai smesso di respirare fino a quando non ti hanno portato nel tuo letto , e dopo pochi minuti il tuo cuore si e fermato! Stentavo a crederci ma e stato cosi! Continuavo a gridare, dicendo << Papà, dovevi rimanere con me non dovevi andartene , mi dovevi vedere ha 18 anni , quando mi sposavo, quando stavo per aspettare il primo figlio! Non e stato cosi ma so che ci sarai che mi proteggerai a me a mamma , Valentina e Carmelo! Adesso non più lacrime ma ho quel dolore dentro che mi uccide!
    Ti voglio bene papà, non so quando ti potrò abbracciare , ne vedere , ne parlare ..Ma andrò avanti come volevi tu !Addio Angelo Mio ❤

    • sei una ragazza forte,bella,con una dolcezza immensa.Quell’ANGELO all’improvviso strappato alla sua famiglia e alla vita da un maledetto e feroce animale che oggi non ci da piu’ tregua.
      QUELL’ANGELO e’ li sempre al tuo .VOSTRO ,fianco che veglia e protegge tutti voi,e la sua piccola bambina ….che sta crescendo sempre piu’ forte .
      un abbraccio grandissimo da una persona che non ti conosce ma puo’ capirti .SII forte, sii coragiosa ,ridi perche’ il tuo papa’ questo vorrebbe da te!!!!!!
      ciao…….

  4. …Leggendo questa lettera ed anche i commenti sotto riportati non posso far altro che realizzare ancora meglio che la perdita del proprio padre ha lo stesso effetto devastante su una persona, non importi se questa abbia 9-15 o 30 anni come nel mio caso. La parola ricorrente è sempre INCUBO perchè è l’unica sensazione che si avverte immediatamente ed anche dopo aver subìto questa situazione di distacco da una delle persone (insieme alla madre) più importanti della nostra vita. Io, come le altre persone che hanno scritto su questa pagina, dopo esattamente un mese dal distacco dal mio caro mi sento annientata, non riesco a trovare dentro di me la forza per andare avanti seppur comprendendo che ora lui gode dell’Amore del Signore Misericordioso che, insieme a Sua Madre, è venuto a liberarlo dalle sofferenze. Avverto la sua mancanza fisica ogni giorno, il suo odore, la sua risata, i suoi continui scherzi, l’abbracciarlo, il vederlo rincasare e tutti i riti che accompagnavano il suo stare in casa…Io lo adoravo già prima, eravamo 2 soci ed ora non so proprio come continuare senza di lui!

  5. Questa è una lettera mai spedita

    Può capitare a tutti di trovare in un cassetto,nel PC o in una scatola posta nel ripostiglio o in cantina ,una lettera che per un motivo che la mente non riaffiora si è deciso di non spedirla più. A me è capitato di trovarla una mentre riordinavo alcuni documenti sul mio PC, come spesso accade nel rileggerla ti accorgi quanta tenerezza ed amore provavi nello scrivere quelle parole .Quanta amarezza apprendi dopo averle lette pensando che quelle parole dovevano essere mandate alla persona che più amavi tanto( mio padre) e che gli sarebbero state utili. Ti rendi conto dopo che è troppo tardi per farla leggere ,troppo tardi per dirgli quello che avresti dovuto dire . Ti domandi se da lassù il buon Dio potrà farla recapitare … Papà queste sono le parole che non ti ho mai detto perché non lo mai spedita ..perché?

    Monopoli 15-4-2009
    Ciao papà
    In questa mia lettera vorrei raccontarti un po’ di me ,senza essere monotona . Spesso mi interrogo se piace anche a te parlare un po’ ,sapere della mia vita, del mio passato di quello che mi è successo , dei miei momenti di difficoltà, delle mie paure , delle mie debolezze e mi sono chiesta se un giorno ti torneranno in mente queste mie parole , un po’ sofferte un po’ d’amore che spesso preferisco tenerle dentro anziché esprimerle .A volte si dicono cose che non vorresti dire ,spesso è la coscienza che ti spinge a farlo nel tempo giusto nel suo rimorso ma poi ti rinchiudi in te stesso nelle ritrosie disperate ,forse per pigrizia o per svogliatezza in un “ ma tanto è chiaro o ..è inutile dirglielo tanto lo sa già ..o forse sarebbe meglio non farlo sapere” , rimandando tutto ad un altro giorno, lasciandoti sperare che un giorno accada spontaneamente senza alcuna tua richiesta . Non è certamente questione di carattere ,come giustamente potresti pensare ma è questione di cuore . Molte volte preferivo spedirti messaggi però vedo che cadono nel vuoto a “quel ti voglio bene “probabilmente ti sembra molto scontato di cui invece di rispondere preferisci il silenzio ,( perché non ti piace rispondere a messaggi ) senza capire il profondo senso di quello che provo a dirti . Non ti ho mai detto quanto sia difficile spiegare il vero senso della mia vita quando le lacrime riempiono gli occhi e i battiti scoppiano il cuore nel scrivere mi manchi. A volte nei guai mi sento una barca in mezzo al mare con la paura di affondare ma sapendo che tu ci sei posso consolarmi e tornare a navigare. Mi sarebbe piaciuto vivere con te e tenerti la mano come farebbe una figlia con il proprio padre , camminando uno vicino all’altro e forse anche giocare per sentirmi tornare bambina ed essere cullata ed amata con affetto e poter avere tutto quello che la mia vita mi ha tolto , la tua presenza , il tuo amore. Ho lottato contro ogni controversia da parte di chi ha sempre cercato d’impedirmi d’ avere contatto con te, superando con difficoltà l’odio e la violenza inflittami. Forse a dispetto di tutto , sono solo curiosa di comprendere il tuo mondo , la tua vita , il tuo modo d’ essere , le tue capacità nell’essere padre che per nulla al mondo avrei voluto perdere. Ho numerosi difetti ma anche pregi , odio la gente falsa , sono vendicativa ma non sempre, a volte dico cose che poi mi pento , anche i miei pregi non sono a meno. Sono sensibile ed altruista inoltre amo con il cuore. Spesso mi hanno gridato in faccia d’assomigliarti , beh !se tutto quello che dicono fosse vero ,ne sono orgogliosa d’esserlo. Da bambina t’ho cercata nei miei sogni apparivi come un cavaliere errante sguainando la spada salvandomi dalla strega cattiva e dal mostro nero , poi con il crescere ho incominciato a non credere più ai sogni ,visto che non sei mai venuto. Qualcosa stava certamente cambiando in me, vedevo la realtà era come un bivio che ci divideva , il destino aveva il suo ruolo ma non il mio amore per te. Forse sto solo dicendo un sacco di stupidaggini ,vorrei che tu capisca quanto ti amo e t’amerò ancora . Forse un giorno ti rivedrò, chissà sarà il giorno giusto , ed io aspetterò .
    TI VOGLIO BENE PAPA’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...