Si finge morto e riempie la chiesa


di Giuditta Mosca

E’ stata una mossa a metà strada tra la necessità di raccogliere fedeli di una terra devastata dal sisma e la volontà di riunire i credenti nel giorno in cui la chiesa celebra la solenne festa di tutti i Santi. Don Giovanni Gatto, parroco di Tempera, una frazione di L’Aquila, si è finto morto per richiamare l’attenzione dei fedeli e riuscire così a riempire la chiesa.

Il sacerdote, sempre più preoccupato dallo svuotamento della sua chiesa, ha contattato un’agenzia funebre affinché i muri fossero tappezzati con l’annuncio riguardante la sua presunta morte. “Un modo come un altro” – dice il parroco – “per riunire in chiesa tutti gli sfollati che ancora vivono negli alberghi della regione”.

Dopo il sisma molte chiese sono crollate o sono pericolanti e inagibili, tutti i preti della zona fanno fatica ad essere presenti e a richiamare i fedeli a raccolta, quindi don Giovanni ha escogitato un’idea, forse un po’ macabra, per ricreare l’unità dei credenti. La trovata del parroco ha riempito la chiesa, almeno per una domenica. Tutti accorsi per dare l’ultimo saluto… al prete che stava celebrando la messa

fonte tgcom

Una risposta a “Si finge morto e riempie la chiesa

  1. Troppo simpatico questo prete “morto”. Senso dell’ironia e praticità: i miei complimenti!!! Ma riempire la chiesa con questi “simpatici” mezzucci non sarà stupido? Come dire: alcuni giorni valgono un anno intero!! Illusione, pura e mera illusione.
    Il problema vero sta nell’apertura mentale della gente: la chiesa cattolica è falsa. I preti sono solo curatori del vil denaro e non di anime. Cominciassero a dire la verità alle pecorelle del gregge. Prima fra tutte che i santi non vorrebbero accumulo di oro e cdi denaro nè tantomeno i fuochi d’artificio. Quello che vorrebbero è la dimostrazione di FEDE: andare in prima persona in mezzo alla sofferenza per alleviarla, per farla sparire…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...