Cani-guida a fianco dei ciechi del Paleolitico


cani guidaIn Toscana l’unica scuola nazionale per questo tipo di animali

L’uso del cane come sostegno morale ed ausilio alla mobilita’ per i non vedenti e’ antichissimo. Gli studiosi riferiscono di un disegno scoperto sulle pareti di una grotta risalente all’epoca paleolitica raffigurante un cieco con il suo cane e di un affresco proveniente da una villa romana di Pompei custodito nel Museo Nazionale di Napoli con lo stesso soggetto. La storia moderna del cane guida passa attraverso varie fasi che coincidono con l’evoluzione dell’idea che il cane puo’ diventare, se opportunamente istruito, un eccezionale strumento di mobilita’. In Germania, negli anni venti del Novecento, furono forniti circa 500 cani a reduci della prima guerra mondiale che avevano perso la vista. Furono aperti diversi centri nel paese, tra cui uno a Postdam. Questa Scuola viene visitata nel 1927 da una signora svizzera, Dorothy Eustis, che possedeva un allevamento di cani a Vevey e nota per le sue capacita’ di addestratrice. La signora rimane molto colpita da questo nuovo impiego del Pastore Tedesco e pubblica su un giornale americano, un entusiastico articolo che fa intravedere orizzonti fino ad allora inimmaginabili. Fra i lettori dell’articolo vi e’ Frank Morris che, a 16 anni ha perduto la vista per un incidente. Morris, dal carattere forte e volitivo, lavora come agente assicurativo andando in giro a vendere polizze facendosi accompagnare da un ragazzo che, pero’, a volte non si presenta agli appuntamenti. Intesse una fitta corrispondenza con Dorothy alla quale chiede, implora, che si tenti di addestrare un cane che lo liberi da ogni dipendenza. 

Nel 1928, dopo un periodo di preparazione in Svizzera, torna in patria con il suo Buddy, il cane guida che conquistera’ l’America. Nel 1929 viene fondata la prima scuola cani guida in America, “Seeing Eye”, ancora oggi fra le piu’ grandi ed attrezzate scuole nel mondo. In Italia la Scuola Nazionale Cani Guida per Ciechi di Firenze, consegna i primi tre cani guida il 25 settembre 1929. L’Unione Italiana Ciechi, che era stata fondata a Genova nel 1920, infatti, aveva preso contatto con la Scuola svizzera della signora Eustis ed iniziato una collaborazione che porto’ alla nascita della Scuola di Firenze. Alla fine degli anni ’50 la Scuola si sposto’ dalla sede in via del Gignoro a Firenze, all’attuale sede di Villa Martini a Scandicci. L’area tecnica della nuova sede si compone ora di una serie di percorsi delimitati da siepi, quattro canili ed una dependance che riunisce vari locali e servizi. La dependance fu donata alla Scuola dall’allora Sindaco di Firenze (1962) Giorgio La Pira. In attuazione del DPR 616/77, la Scuola e’ stata attribuita dal 1° aprile 1979 alla Regione Toscana; nel 2009 ricorrono quindi gli ottanta anni dalla fondazione ed i trenta anni di gestione diretta della R.T. La Scuola Cani Guida di Scandicci e’ l’unica scuola al mondo per cani guida completamente pubblica.

 da www.vita.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...