Flavia Pennetta non ce la fa nella semifinale di Linz


Purtroppo l’azzurra Flavia Pennetta non ce l’ha fatta a battere l’avversaria, la belga Wickmaier, nella semifinale del torneo di Linz che si è conclusa da pochi minuti.

All’avversaria sono bastati due set per aver ragione dell’azzurra che nel primo set ha tentato di tenerle testa arrivando fino al tie-brek sul 5 a 5 che è stato poi appannaggio della Wickmaier col risultato di 7 a 6.

Nel secondo set la Pennetta ha offerto un’ancor minore resistenza, è arrivata al pari sul 3 a 3 per poi lasciare gli altri tre games alla belga che ha concluso con il match point dopo un doppio fallo dell’azzurra.

Si conclude così il sogno della nostra atleta, testa di serie n°1, che ora volerà a Mosca per la Kremlin Cup e speriamo che in terra russa riesca a ripetere comunque le splendide prestazioni di questo torneo austriaco.

Annunci

La filastrocca del perdono di Daniela Domenici


Gesù è la via, la verità e la vita

esempio di saggezza e bontà infinita

per far capire l’importanza del perdonare

la parabola del figliol prodigo volle narrare

se dentro il cuore davvero pentito sarai

il perdono da Lui sempre e comunque riceverai.

La filastrocca per la mia amica Monica Maiorano di Daniela Domenici


Uno dei suoi grandi amori è la biologia

Per lei gli esperimenti sono una vera magia

                       al primo posto dei suoi interessi c’è l’insegnamento

in cui lei trova il suo massimo appagamento

ha scoperto un nuovo campo in cui si diletta

vuole diventare una giornalista provetta

la sua anima napoletana sempre affiora

e la sua potente vena umoristica colora.

Filastrocca per la mia amica Angela Ragusa di Daniela Domenici


Dal mare della Magna Grecia come Venere sorse

e la terra sannita come coperta l’avvolse

della conquista normanna in Sicilia porta sul viso

un segno evidente nei suoi occhi color fiordaliso

per creare filastrocche ha una vena inesauribile

riesce a condensarci quasi tutto lo scibile

ma è nelle poesie il suo vero appagamento

solo in esse riesce ad esprimere il suo tormento

Filastrocca per la mia amica Antonella Sturiale di Daniela Domenici


Ho inaugurato stamattina la sezione “filastrocche per le amiche” co9n quella dedicata a Pinina Podestà…ora pubblico questa dedicata ad Antonella Sturiale

Cosa si può dire di Antonella?

Prima di tutto che è un’anima bella

del flauto la melodia sa suonare

del calcio tanti goal sa segnare

la bibbia ha sempre dentro il cuore

il teatro è per lei un grande amore

fuori vuol sembrare una pantera

 ma dentro si scioglie come cera

CARCERE: ieri 65 mila detenuti, è record


Il Sindacato autonomo polizia penitenziaria denuncia il triste primato raggiunto in queste ora dagli istituti di pena italiani

 “‘Oggi, quasi sicuramente, le duecento e piu’ carceri italiane supereranno la soglia delle 65mila presenze di persone detenute, cifra mai raggiunta nella storia del Paese. E raggiungeranno questo triste record nell’indifferenza della classe politica e degli organi deputati a monitorare la situazione”. Lo denuncia il Sappe, Sindacato autonomo polizia penitenziaria.

”Nessun provvedimento sostanziale per deflazionare le carceri ha preso il Parlamento italiano, che pure ha visto moltissimi suoi componenti visitare i penitenziari italiani lo scorso 15 agosto. Alle loro dichiarazioni di intenti per risolvere le criticita’ del carcere -sottolinea Donato Capece, segretario generale del Sappe- non hanno fatto seguito fino ad oggi fatti concreti. Non si e’ stati in grado di trovare soluzioni politiche e amministrative per evitare il tracollo del sistema penitenziario italiano”.

”Questa mancanza di provvedimenti -rileva Capece- non ha fatto che aggravare ancora di piu’ il lavoro della Polizia Penitenziaria, l’unica rappresentante dello Stato che in prima linea e 24 ore su 24 ha fronteggiato l’emergenza sovraffollamento e la super-emergenza estate, con un organico che si e’ assottigliato giorno per giorno”.

da www.vita.it